Alessandra Mastronardi al Corriere della Sera:”L’audiolibro crea vicinanza”

0
635
Corriere della Sera

L’11 giugno è uscito anche in libreria il secondo audiolibro letto da Alessandra Mastronardi, “Piccole Donne“. Edito da Emons Edizioni, il libro da ascoltare – già disponibile online dal 21 maggio – è tratto dall’omonimo capovaloro di Louisa May Alcott.
E, proprio in occasione di questo suo nuovo progetto, l’attrice italiana è stata intervistata dal Corriere della Sera. Ai microfoni del quotidiano, direttamente da casa e tramite Skype, Alessandra ha raccontato l’importanza dell’audiolibro nella vita delle persone. “È come se nella mia immaginazione io stessi creando un contatto con un mio figlio o una mia figlia” spiega l’attrice. E poi continua:”L’audiolibro potrebbe essere consolatorio per dei miei futuri figli nel momento in cui la mamma non è in casa“.
Alessandra ribadisce poi il concetto che l’audiolibro “crea vicinanza“. E non solo tra familiari, ma anche tra il lettore e l’ascoltatore:”Io leggo le parole, ma l’immaginazione la mette chi ascolta. L’audiolibro è uno scambio tra chi ascolta e chi legge il libro“.
Concetti veritieri questi, che fanno emergere ancora una volta la saggezza dell’attrice.
Di seguito l’intervista completa rilasciata da Alessandra al Corriere della Sera, buona visione:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here